Degustando debutta alla Milano Wine Week

Martedì 10 ottobre, alle 20:00, si terrà la seconda edizione di Degustando al nhow Milano – l’hotel dallo stile unconventional di Minor Hotels situato nel quartiere Porta Genova. Nella serata, dieci chef provenienti da Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna, per un totale di quattro stelle Michelin, porteranno un assaggio della propria cucina, che verrà accompagnata alle eccellenze gastronomiche del territorio, al vino di cantine piemontesi e venete, alla birra e ai cocktail.
Per il format, ideato dall’agenzia di organizzazione eventi e comunicazione torinese To Be Events, si tratta di un esordio assoluto nel palinsesto della Milano Wine Week, che si terrà dal 7 al 15 ottobre. L’evento che da sei anni ha l’obiettivo di raccontare la gastronomia di qualità al pubblico meneghino è dedicato a consumatori, professionisti del settore e wine lovers e si articola tra masterclass, degustazioni, workshop e appuntamenti gastronomici.


“Siamo a dir poco orgogliosi del percorso fatto con Degustando. Nato come una scommessa, è diventato in pochi anni un appuntamento atteso, che registra il sold out sempre con maggior anticipo” ha dichiarato Edoardo Gatti, uno dei fondatori di To Be Events. “L’ingresso nella Milano Wine Week è per noi una grande attestazione di stima. Federico Gordini (l’ideatore dell’evento, ndr) è una persona che stimo particolarmente, a prescindere dall’ottimo lavoro fatto intorno alla MWW. Farne parte oggi è una grande occasione per farci conoscere a Milano, una delle città di riferimento in Italia nel mondo degli eventi enogastronomici”.


“Siamo molto felici di iniziare un percorso di collaborazione con Degustando, che per la prima volta entra nel palinsesto della Milano Wine Week” ha dichiarato l’ideatore dell’evento Federico Gordini. “Una coinvolgente esperienza di food & wine entertainment che darà la possibilità al pubblico della manifestazione di vivere una serata davvero unica nel suo genere ampliando l’offerta del nostro palinsesto ad un nuovo modo di raccontare l’abbinamento tra vino e cucina”.
Entusiasta per l’appuntamento è anche il General Manager del nhow Milano Paolo Comparozzi, che si è espresso così in merito. “Siamo entusiasti di ospitare Degustando per il secondo anno di fila, all’interno di un palinsesto di eventi che porteranno a Milano un audience importante, capace sicuramente di carpire tutto il lavoro che c’è dietro un buon piatto, un’ottima annata o un drink miscelato a dovere”.

Degustando è un format nato a Torino. La formula (vincente) è sempre la stessa: in un luogo esclusivo, come il nhow Milano, è possibile assaggiare in una sola serata dieci piatti di alta cucina. Il 10 ottobre vi saranno, come da tradizione, ristoranti con una proposta molto diversa fra loro, accomunati da una ricerca costante verso la qualità dei prodotti e la loro valorizzazione, attraverso tecniche di cottura contemporanee e abbinamenti insoliti. Per la serata, le insegne stellate hanno scelto di puntare sulla tradizione: dal binomio salsiccia e friarielli – rivisitato da Umberto De Martino (Umberto De Martino*) con l’aggiunta di vellutata di cime di rapa e provola affumicata – al “Gamberetto in salsa cocktail” di Luca Marchini (L’Erba del Re), fino al ragù napoletano di genovese del giovane Michele Minchillo (Vitium), protagonista all’interno di un raviolo, con Salva Cremasco DOP e cipolla caramellata. Il quarto ristorante stellato, guidato dal navigato Walter Ferretto (Il Cascinale Nuovo), servirà invece una ricetta – Millefoglie di lingua di vitello, foie gras e dadini di gelatina al Porto – in cui i sapori tradizionali sono stati reinterpretati in modo contemporaneo e personale. Innovazione è la parola che accomuna gli assaggi serviti dagli altri chef. Se Federico Beretta (Feel), Alessia Rolla (Cantina Nicola) e Pasquale Tozzi (Ristorante Il Pescatore – 5 L Grand Hotel Fasano) esalteranno la materia prima ittica, rispettivamente con i piatti Salmerino affumicato, pastinaca, aneto e scorzobianca, Trota Fario in brodo koji, pino e vinacce e Raviolo di patata affumicata, sedano rapa e storione, diversa è stata la scelta fatta dagli altri chef.
Fabrizio Puricelli (Posteria San Rocco Gattuso & Bianchi) e Silvio Battistoni (Le Colonne) hanno valorizzato la carne, rispettivamente nella Pancia di maialino da latte, salsa alla birra agrodolce, patate viola, uva grigliata e tartufo nero e nella Terrina di Poularde de Bresse ai frutti autunnali, gelatina al Vin Santo, foie gras e tartufo, confettura di cipolle al melograno. Diego La Marca (Aroma) si è invece incaricato del compito più importante: la conclusione della serata. Nel suo dessert, alla classica coppia cioccolato-frutti rossi ha scelto di accostare il fungo porcino, confermando la sua spiccata nota creativa.

La proposta gastronomica verrà arricchita da alcune eccellenze servite dai partner dell’evento: l’olio di Coppini Arte Olearia (San Secondo Parmense – PR), il prosciutto crudo tagliato al coltello di Raspini (Viotto – TO), i grissini Bibanesi (Bibano – TV), i cioccolatini di La Perla (Torino) e la grappa di Distillerie Berta (Mombaruzzo – AT).

In abbinamento ai piatti e alle eccellenze del territorio, vi saranno i vini piemontesi di Cantine Fontanafredda (Fontanafredda – CN), L’Astemia Pentita (Barolo – CN), Guasti Clemente & Figli (Nizza Monferrato – AT) e Bersano (Nizza Monferrato – AT), le etichette venete di Serafini & Vidotto (Nervesa della Battaglia – TV), e la birra, nuovamente piemontese, di Baladin (Piozzo – CN).


Il prezzo del biglietto – comprensivo di 10 piatti, 2 calici di vino e degustazione di eccellenze gastronomiche – è di 80 €. La prenotazione, obbligatoria, è da effettuare al seguente link.
Dopo essersi affermato a Torino, Degustando ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento anche a Milano. Senza snaturare l’identità vincente del proprio format.

PROTAGONISTI DEGUSTANDO AL NHOW MILANO – 10 OTTOBRE 2023
• LUCA MARCHINI* – Erba del Re Modena “Gamberetto in salsa cocktail”
• MICHELE MINCHILLO* – Vitium Cremona Raviolo con ragù di genovese, Salva Cremasco e cipolla caramellata
• UMBERTO DE MARTINO* – Umberto De Martino San Paolo d’Argon (BG) Salsiccia e friarielli su vellutata di cime di rapa e provola affumicata
• WALTER FERRETTO * – Il Cascinale Nuovo Isola d’Asti (AT) Millefoglie di lingua di vitello, foie gras e dadini di gelatina al Porto
• FEDERICO BERETTA – Feel Como Salmerino affumicato, pastinaca, aneto e scorzobianca
• PASQUALE TOZZI – 5* L Grand Hotel Fasano Gardone Riviera Raviolo di patata affumicata, sedano rapa e storione
• ALESSIA ROLLA – Cantina Nicola Cocconato d’Asti (AT) Trota Fario in brodo koji, pino e vinacce
• SILVIO BATTISTONI – Le Colonne Varese Terrina di Poularde de Bresse ai frutti autunnali, gelatina al Vin Santo, foie gras e tartufo, confettura di cipolle al melograno
• FABRIZIO PURICELLI – Posteria San Rocco Gattuso & Bianchi Gallarate (VA) Pancia di maialino da latte, salsa alla birra agrodolce, patate viola, uva grigliata e tartufo nero
• DIEGO LA MARCA – Aroma Torino Porcino cioccolato e frutti rossi

Altri articoli che potrebbero interessarti

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Dal 19 al 23 settembre, lo chef Enrico Marmo, del ristorante 1 Stella Michelin Balzi Rossi di Ventimiglia (IM), sarà in Thailandia per partecipare alla 23° edizione del World Gourmet Festival Bangkok. La kermesse, che si terrà...

Il tè si beve anche nei cocktail

Il tè si beve anche nei cocktail

Sono lontani i tempi in cui il consumo del tè era relegato alla mattina o al pomeriggio, come per gli inglesi. Adesso, la bevanda ottenuta dall’infusione delle foglie di Camelia sinensis si beve in tutto l’arco della giornata. Da un’analisi Clipper su un campione...

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

La collezione di boutique hotel, The Begin Hotels, ha inaugurato la sua nuova campagna di comunicazione, “Undress”, partendo dalle Grandi Stazioni Italiane di Roma Termini e Milano Centrale. La collezione, che oggi conta sette strutture distribuite da Nord a Sud Italia, mira a promuovere il lusso dell’essenziale e la bellezza autentica dei territori meno conosciuti del nostro paese.

Identity Style