Location da sogno in città per un matrimonio da favola: Villa Sassi

da | Ago 9, 2023 | Food&Drink | 0 commenti

Villa Sassi

Trovare un luogo incantevole, ma allo stesso tempo dotato di tutti i comfort necessari per organizzare le nozze perfette è molto difficile. In Piemonte, però, c’è un luogo capace di soddisfare tutte le esigenze dei futuri sposi. Parliamo della raffinata ed elegante dimora d’epoca Villa Sassi, situata sulla collina di Torino, a pochi chilometri dal centro storico della città. Una realtà dove il grande giorno può essere sontuoso, romantico, fiabesco, bucolico o, ancora, dal fascino d’antan. A seconda delle preferenze e delle necessità. Non solo per la location che, grazie ai suoi ampi spazi interni ed esterni, è in grado di offrire infinite possibilità, ma anche per il servizio di catering guidato dallo chef Alessandro Braga e per il supporto di un team di esperti wedding planners, pronti a rendere il giorno delle nozze come dovrebbe sempre essere: indimenticabile.

Gli ambienti interni ed esterni 

Luogo di villeggiatura prediletto dalle personalità di spicco di ogni epoca, da Camillo Benso Conte di Cavour a Maria Callas, Villa Sassi dispone di numerosi ambienti. Varcato l’ingresso, ci si ritrova subito in un’atmosfera che ricorda gli antichi fasti, i tempi in cui famiglie reali, presidenti e artisti partecipavano a balli, cene e feste, circondati da arte e bellezza. Infatti, se il recente progetto di riqualificazione di cui la Villa è stata protagonista le ha permesso di avere tutte le caratteristiche necessarie per ospitare un evento esclusivo, l’immagine di una grande dimora appartenuta al passato non è mai svanita. Al suo interno, le sale, dove l’architettura seicentesca della struttura si combina con moderne icone dei nostri tempi, si sviluppano su più livelli e suggeriscono innumerevoli opportunità. Il Salone d’Oriente, ampio, luminoso e collegato a un portico coperto, che consente di rimanere in contatto con la natura circostante, è lo spazio ideale dove allestire una celebrazione all’insegna della semplicità. Nel Salone di Mezzogiorno e la Quadreria, dove le porte e i lampadari sono ancora quelli originali, gli ambienti preservano invece tutta la storia della residenza. Qui, le decorazioni dorate, che sottolineano le origini della Villa risalenti ai primi secoli del 1600, rendono l’atmosfera ideale per una festa sfarzosa, principesca o addirittura regale. Infine, non sono da dimenticare la Sala Blu e il Salottino. Due stanze intime e accoglienti, dove l’interesse per il design di Patrizia Reviglio, anima di Villa Sassi, è particolarmente evidente. Se nella prima, infatti, i protagonisti sono la boiserie blu e i tessuti firmati Karl Lagerfeld, nella seconda sono gli arredi Seletti e la bocca di Gufram a trasportare gli ospiti in un’atmosfera onirica e surreale. 

Il maestoso parco della dimora

Non potrebbe mai mancare, in una dimora storica costruita agli inizi del XVII secolo, un parco. In questo caso, un vero e proprio polmone verde: giardini, boschi, sentieri e scorci che, abbracciando la collina di Torino fino ad arrivare alla basilica di Superga, si estendono per 22 ettari.  Annoverato tra i cento più belli d’Italia, oggi il parco di Villa Sassi rappresenta la scenografia ideale per ospitare un avvenimento da ricordare. Sia perché il suo aspetto, frutto di successivi ridisegni nel corso delle epoche, in particolare in età ottocentesca, preserva il carattere e la magnificenza originali, sia perché la sua grandezza permette di accogliere e stupire un elevato numero di ospiti. Fra i grandi parterre verdi, i giardini all’italiana e le fontane, spiccano gli alberi secolari. Tra questi, un suggestivo cedro del Libano di circa quattrocento anni, simbolo di forza e potenza.

Il servizio di catering dello chef Alessandro Braga

Oggi come cinquant’anni fa, quando il ristorante guidato da Gualtiero Aime fu il primo a ottenere 2 Stelle Michelin in Piemonte, la cucina è il cuore pulsante della Villa. Non solo per un aperitivo, una cena, un dopocena o un brunch domenicale negli spazi del Cloud9, il cocktail bar della dimora, ma anche in occasione dei matrimoni. Tra i servizi offerti dalla residenza, in occasione di un ricevimento nuziale, vi è infatti la proposta del catering guidata dall’executive chef Alessandro Braga. Il suo menu, creativo, stagionale e sartoriale, per andare incontro a tutte le richieste dei clienti, si compone di tre momenti: l’aperitivo organizzato a isole nel parco – dove non mancano mai i sapori della tradizione, come quello del prosciutto crudo di Cuneo, del formaggio Bra duro delle Langhe e dei rustici prodotti da forno – il pranzo servito all’italiana nei saloni interni e, per concludere, il taglio della torta, accompagnata da caffè e amari. Per chi lo desidera, però, è possibile organizzare station specifiche, come quella dedicata al Fassone, in cui la carne cruda della tradizione piemontese viene condita sul momento con salse homemade, o quella a tema Asia, dove, grazie al sushi preparato sul momento, è possibile fare un breve viaggio gastronomico in Oriente. In ogni caso, l’isola dei finger food è sempre presente: una selezione di cinque piccoli sfizi che cambiano in base alla reperibilità della materia prima, sempre di eccellente qualità. Al momento del pranzo o della cena, rigorosamente placée, sono protagonisti alcuni piatti tipici della tradizione regionale, come il Vitello tonnato con spugna di capperi, misticanza e fondo bruno, il Risotto Carnaroli con crema di zucchine, ricotta salata, pomodorino confit e guanciale croccante e il Maialino da latte in doppia cottura con millefoglie di patate alla senape antica. Infine, per concludere al meglio la cerimonia, il brindisi, con le splendide creazioni del pasticcere Fabrizio Racca, tra curate monoporzioni e scenografiche torte a uno o più piani.

Il servizio di wedding planning 

Si dice che il giorno delle nozze sia il più importante della vita di una coppia. Quindi tutto, in quell’occasione, deve essere perfetto. Per raggiungere questo risultato, c’è bisogno di cura, attenzione e di professionisti esperti che non lascino nulla al caso e che, dietro le quinte, coordinino ogni singolo elemento. Gli stessi tre ingredienti che mette a disposizione Villa Sassi, che può vantare un team esperto in allestimenti, floral design, fotografia, videomaking e intrattenimento, che segue l’organizzazione di un matrimonio, dall’inizio alla fine. Del resto, in una location d’eccezione come Villa Sassi, dove il dire “Sì, lo voglio” si trasforma in una magia, come potrebbe essere diverso?

Altri articoli che potrebbero interessarti

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Dal 19 al 23 settembre, lo chef Enrico Marmo, del ristorante 1 Stella Michelin Balzi Rossi di Ventimiglia (IM), sarà in Thailandia per partecipare alla 23° edizione del World Gourmet Festival Bangkok. La kermesse, che si terrà...

Il tè si beve anche nei cocktail

Il tè si beve anche nei cocktail

Sono lontani i tempi in cui il consumo del tè era relegato alla mattina o al pomeriggio, come per gli inglesi. Adesso, la bevanda ottenuta dall’infusione delle foglie di Camelia sinensis si beve in tutto l’arco della giornata. Da un’analisi Clipper su un campione...

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

La collezione di boutique hotel, The Begin Hotels, ha inaugurato la sua nuova campagna di comunicazione, “Undress”, partendo dalle Grandi Stazioni Italiane di Roma Termini e Milano Centrale. La collezione, che oggi conta sette strutture distribuite da Nord a Sud Italia, mira a promuovere il lusso dell’essenziale e la bellezza autentica dei territori meno conosciuti del nostro paese.

Identity Style