(IN)VISIBLE: THE ART OF LIU BOLIN

da | Set 24, 2023 | Eventi&Cultura | 0 commenti

LA GALLERIA DEODATO ARTE PRESENTA LIU BOLIN

Il 30 settembre una sensazionale live performance dell’artista invisibile inaugura la mostra in programma fino al 15 ottobre a Lugano

Villa Ciani – Piazza Indipendenza 4, Lugano

Conosciuto come l’Uomo Invisibile, Liu Bolin, artista cinese di fama internazionale, è noto per le performance nelle quali svanisce e si annulla per entrare all’interno di paesaggi urbani o luoghi asettici. 

La Galleria Deodato Arte annuncia una nuova mostra di Liu Bolin dal titolo “(IN)VISIBLE: The Art of Liu Bolin”, che avrà luogo a Villa Ciani in Piazza Indipendenza 4 a Lugano dal 30 settembre al 15 ottobre 2023. Durante la serata inaugurale, l’artista sarà protagonista di una live performance in cui “scomparirà” dando vita ad una nuova opera d’arte.

Grazie al total body painting, realizzato con un’attenzione minuziosa alla vernice, Liu Bolin si confonde perfettamente con il paesaggio circostante in cui viene successivamente fotografato. Attraverso la realizzazione di scatti mimetici, l’artista denuncia la condizione dell’uomo moderno che perde la sua identità a causa di una società sempre più materialista e tecnologica.

“È un gesto di denuncia. Cos’è oggi lo sviluppo dell’essere umano, e dove porta? L’uomo sta scomparendo nel suo ambiente. La tecnologia ha portato molto sviluppo materiale, ma per restare umani cosa si deve fare? Io non voglio perdermi in questo labirinto, perciò scelgo questa forma di difesa. Io sono per un’arte di impegno civile” dichiara l’artista.

Le opere così realizzate sono un mix tra fotografia, installazione, performance e body painting. 

In una commistione di diversi linguaggi, il corpo dell’artista diviene una vera e propria scultura vivente durante la performance, immortalata a sua volta da una fotografia. Nell’attimo finale dell’accurato body painting la precisa tecnica rende l’artista perfettamente integrato con lo sfondo.

Tutte le opere in mostra a Villa Ciani sono limited edition e fanno parte della celebre collezione “Hiding in the city”, che tocca i temi universali del rapporto tra uomo e natura e tra pensiero e potere politico e che ha consacrato a livello mondiale l’artista nato in Cina a Shandong nel 1973.

Il camouflage è il suo tratto distintivo: difficilissimo, infatti, è distinguere l’artista tra le architetture, le merci, gli scaffali e i diversi scenari nei quali sceglie di immergersi e scomparire. 

“Prima di optare per una location, prendo in considerazione i temi sociali che quel luogo racchiude in sé. Medito in sostanza sui messaggi che tramite esso potrei trasmettere per avere un impatto sulla società. Individuare lo spazio giusto è fondamentale per comunicare il mio messaggio. In questa prima fase, se si presentano degli ostacoli, cerco di superarli, perché il luogo ha la priorità su tutto” afferma Liu Bolin, che continua: “Alcuni diranno che sparisco nel paesaggio, io direi che è il paesaggio che s’impadronisce di me”.

“(IN)VISIBLE: The Art of Liu Bolin” inaugura la collaborazione dell’artista con la Galleria Deodato Arte, che lo rappresenta in esclusiva per Svizzera e Belgio.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Enrico Marmo protagonista a Bangkok

Dal 19 al 23 settembre, lo chef Enrico Marmo, del ristorante 1 Stella Michelin Balzi Rossi di Ventimiglia (IM), sarà in Thailandia per partecipare alla 23° edizione del World Gourmet Festival Bangkok. La kermesse, che si terrà...

Il tè si beve anche nei cocktail

Il tè si beve anche nei cocktail

Sono lontani i tempi in cui il consumo del tè era relegato alla mattina o al pomeriggio, come per gli inglesi. Adesso, la bevanda ottenuta dall’infusione delle foglie di Camelia sinensis si beve in tutto l’arco della giornata. Da un’analisi Clipper su un campione...

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

Viaggio nel lusso autentico: The Begin Hotels lancia la campagna “Undress” dalle Grandi Stazioni

La collezione di boutique hotel, The Begin Hotels, ha inaugurato la sua nuova campagna di comunicazione, “Undress”, partendo dalle Grandi Stazioni Italiane di Roma Termini e Milano Centrale. La collezione, che oggi conta sette strutture distribuite da Nord a Sud Italia, mira a promuovere il lusso dell’essenziale e la bellezza autentica dei territori meno conosciuti del nostro paese.

Identity Style